raccomandata

Notifica Raccomandata al portiere

Notifica Raccomandata al portiere

La sentenza che segue chiarisce come tutte le notifiche indirizzate ad un soggetto e ricevute dal portiere debbano ritenersi valide laddove lo stesso si dichiari incaricato al ritiro, a prescindere dalla circostanza che abbia una apposita delega. Ciò comporta che la notifica si perfeziona con la consegna al portiere e con la eventuale successiva spedizione della raccomandata.

Tale questione rileva chiaramente nel condominio di edifici laddove vi sia la presenza del lavoratore.

Essendo irrilevante il fatto che manchi un’apposita delega che gli affidi l’incarico relativo alla ricezione della corrispondenza (Cassazione, ordinanza n. 28902/2017, Sezione Sesta Civile, depositata il 1° dicembre 2017).

Presunzione. Battaglia legale per i presunti danni provocati da infiltrazioni di umidità. Sotto accusa un condominio che, però, sostiene di avere preso coscienza del giudizio «solamente al momento della notifica della sentenza di primo grado», notificata effettuata con consegna nelle mani del portiere dello stabile.

Questa procedura è irregolare, secondo i Giudici del Tribunale, poiché «il portiere è stato identificato come addetto alla ricezione della corrispondenza» ma «manca la prova di un’apposita delega». Ciò comporta il ritorno della vicenda nelle mani del giudice di primo grado.

Questa decisione è smentita dai magistrati della Cassazione. Questi ultimi osservano che «nell’ipotesi in cui il portiere di un condominio riceva la notifica della copia di un atto, qualificandosi come ‘incaricato al ritiro’ e senza alcun riferimento alle funzioni connesse all’incarico afferente al portierato, ricorre la presunzione legale della qualità dichiarata». Di conseguenza, è erronea, spiegano i Giudici di terzo grado, la decisione con cui in appello si è sancita «la nullità della notificazione effettuata a mani del portiere», poiché non era affatto necessaria la prova di una «apposita delega».

Autore: Avv. Gabriele Russo

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *